Scheda Libro
134 Au soleil
Viaggio in terra d'Algeria
Guy de Maupassant
Angelo Pagani
Dalla Costa
Collana:
tracce
Anno:
2012
Prezzo:
11,00
Ean:
9788889759134
Argomento:
Letteratura , Usi e costumi, etichetta, folclore , Geografia generale, viaggi
Genere:
Autobiografie
Pagine:
7 158
Supporto:
Brossura
Stato:
In Commercio
Sinossi
Una terra squallida, ostile, inesplorata: il deserto algerino. Un uomo vi si avventura. Il suo nome è Guy de Maupassant. Ha un'ossessione: il sud, divorato dal sole implacabile, protetto dal suo impenetrabile mistero. In veste di giornalista, Maupassant ci introduce in un universo denso di immagini, episodi, riflessioni. Ogni pagina è una storia a sé, tutte le pagine sono una storia unica e irripetibile.
Lasciamoci accompagnare: ci sembrerà  di compiere un viaggio in prima persona, quasi l'autore avesse lasciato a noi il privilegio di viverlo e a lui solo l'incombenza di documentarlo.
Le opere più grezze, meno soggette alle leggi dell'arte, possono risultare, agli occhi di chi le osserva con lo sguardo libero dalle sovrastrutture estetiche del presente, più seducenti di quelle incise nell'aura imperturbabile del Parnaso. Così, i “Prigioni” di Michelangelo possono scuoterci più del David o del Mosè.
àˆ il caso di questo diario di viaggio di Maupassant. Il testo ha la bellezza arcana e selvaggia di un “Prigione” o la ruvida, scabra armonia di un “Boris Godunov”. L'autore è già  uno scrittore di successo quando lo redige durante un viaggio compiuto in Algeria per documentare fasti e nefasti dell'occupazione francese. Lo fa da autentico reporter, senza pretese letterarie, in una prospettiva di pura documentazione. Il risultato è un libro disomogeneo, insensibile all'equilibrio delle parti (lo spazio dedicato al deserto è dominante) e, per contro, sensibilissimo ad ogni dettaglio che accenda impressioni visive o emotive. Un'opera che rivela, ante litteram, sorprendenti caratteri postmoderni, in quella sua inestricabile mescolanza di scene di vita, squarci lirici, riflessioni esistenziali, considerazioni antropologiche, sarcastiche analisi politiche. Il sole implacabile del deserto imperversa, tiranno sanguinario e vorace. àˆ lui il monarca assoluto, padrone del destino di ogni essere, istigatore e arbitro della lotta per la sopravvivenza. Impassibile, insaziabile, annienta indifferentemente chi subisce la sua legge e chi tenta invano di resistervi. Alla fine, il discrimine vita-arte si annulla. Così, il diario di viaggio, nato fuori dai confini dell'arte, traccia un solco incancellabile.
Giacenze
denominazioneindirizzocapcittacopie
Piemonte
Via Vicoforte, 14d
10139
Torino
2
Lombardia
galleria Gorni,54
26041
casalmaggiore
2
Via A. Ramazzotti, 41
21047
Saronno
2
Emilia Romagna
Via Antonio Gramsci 5
43126
Parma
2
Lazio
Via Laura Mantegazza 37
00152
Roma
2