Scheda Libro
La Notte dei botti
Biagio Cepollaro
Miraggi
Anno:
2018
Prezzo:
14,00
Ean:
9788899815639
Argomento:
Vario
Genere:
Vario
Pagine:
0
Supporto:
Brossura
Stato:
In Commercio
Sinossi
«Su La Notte dei Botti posso dire semplicemente che fu per me l'occasione per mettere su carta quanto temevo stesse accadendo o stava per accadere in Italia. Di qui il genere, in bilico tra fantascienza, fantapolitica e catastrofico…»

Un romanzo profetico sulla notte della repubblica, scritto più di trent'anni fa (1994-97), che resta profetico anche mentre vediamo quelle previsioni avverarsi. Cercando di capire che cosa sia accaduto nella "Notte dei botti", un'umanità slabbrata e paradossale è costretta dalle autorità – è un golpe? c'è notizia di resistenti, c'è euforia – nello spazio chiuso di un autogrill che diventa un girone infernale postmoderno. L'unico a fuggire è il «protagonista strano, Scriba, che andava in autostrada con la bicicletta, armato solo dei suoi sensori e della sua inutile preveggenza. Per me l'allegoria della letteratura in quel passaggio così difficile per il nostro Paese...».

La scrittura visionaria di un grande autore, tra Ballard e Gadda, che mescola l'alto e il basso, gioca col tempo e con lo spazio, moltiplica i punti di vista e cantilena le sue ripetizioni creando un'atmosfera chiusa e ossessiva.

-----------------------------------------------------------------

Un libro che già nel '94 avrebbe dovuto essere pubblicato da Feltrinelli. Questo il racconto di Cepollaro stesso:

«Una volta ultimato il libro, lessi il primo capitolo de La Notte dei Botti al convegno Ricercare 94, a Reggio Emilia. L'allora direttrice editoriale di Feltrinelli, dott.ssa D'Ina, si congratulò e mi chiese in visione il dattiloscritto. C'era, all'interno di quel convegno, l'ostilità di Renato Barilli che preferiva soluzioni più facilmente commercializzabili, più facilmente leggibili. E c'era chi caldeggiava il mio lavoro, come Cataldi o Luperini, preferendo una ricerca meno compromessa con le esigenze di mercato e più dipendente da scelte etiche ed artistiche di fondo. Alla fine la dott.ssa D'Ina mi scrisse una breve lettera in cui mi faceva una domanda quasi naïve: «ma come fanno i lettori?» E così il libro non fu pubblicato da Feltrinelli. Uscirono invece dei capitoli in un'antologia di Zona Editrice e di una rivista milanese, «Appunti dal presente».

«Ma come fanno i lettori?» I lettori possono leggere, questa è la risposta, e un motivo necessario e sufficiente per la pubblicazione.
Giacenze
denominazioneindirizzocapcittacopie
Piemonte
Via Giuseppe Barbaroux 8
10122
Torino
2
Corso Rosselli 33
10128
Torino
2
via Santa Giulia 16/a
10124
Torino
2
Via Santa Giulia, 40
10124
Torino
-3
via belfiore 50
10125
Torino
4
Veneto
Via Beato Pellegrino 37
35137
PADOVA
2
Emilia Romagna
BORGO SANTA BRIGIDA 9/A
43121
PARMA
2
Toscana
via Mercanti 19
56127
Pisa
2
Marche
largo Crivelli, 8
63100
Ascoli Piceno
2
piazza Cecchetti 4
62012
Civitanova Marche
2
Lazio
Via Laura Mantegazza 37
00152
Roma
12
via federico nansen 14-16
00154
Roma
1
Abruzzo
CORSO UMBERTO 1, 134
65015
Montesilvano
2
Puglia
via Benedetto Cairoli, 101
70122
BARI
4
Sicilia
piazza bellini n.12
95041
Caltagirone
2
Via Santa Filomena,38
95129
Catania
2
via Marche 8/10
90144
Palermo
3